La trasmissione del calore nel processo di distillazione

di | 18 Ottobre 2018

Il riscaldamento indiretto negli impianti di distillazione per solventi è un elemento chiave dell’intero processo.

Il sistema deve garantire:

  • Una regolazione ottimale delle temperature di lavoro;
  • Il corretto trattamento e la lavorazione delle materie prime;
  • Elevati standard in termini di rendimento e di sicurezza operativa;
  • Facilità di utilizzo;
  • Libertà da vincoli normativi.

L’IMPORTANZA DELLA SUPERFICIE DI SCAMBIO

Esistono due modalità per controllare l’olio diatermico nei distillatori per solvente:

          1. gestione statica dell’olio: si sfrutta l’ampia superficie di scambio delle pareti laterali e del fondo.

 

 

 

 

 

 

2. gestione dell’olio attraverso un sistema di ricircolo forzato tramite uno scambiatore ad alta portata e bassa pressione, che aumenta lo scambio termico.

 

 

 

 

I VANTAGGI DEL RISCALDAMENTO AD OLIO

Ottimizzazione del processo

  • Controllo preciso e uniforme della temperatura;
  • Stesse prestazioni con meno potenza installata:
  • Sicurezza ambientale (garanzia di tenuta del circuito);
  • Sicurezza dell’operatore durante la manipolazione;
  • Efficienza di servizio costante nel tempo.

Facilità di utilizzo

  • Non necessita di operatori con licenze specifiche;
  • Non soggetto a normativa PED (Direttiva Attrezzature a Pressione dalla denominazione inglese Pressure Equipment Directive);
  • Nessuna riqualificazione periodica dell’impianto;
  • Accensione e spegnimento rapidi, con poca perdita di calore;
  • Utilizzo di olio diatermico commerciale facilmente reperibile in tutto il mondo.

 

Bassa Manutenzione

  • Circuito dell’olio a pressione atmosferica;
  • Facile manutenzione da parte di qualsiasi operatore;
  • Cambio olio fino a 4000 ore di utilizzo;
  • Macchina compatta e facilmente accessibile;
  • Meno di 30 minuti per effettuare il cambio olio;
  • Facile smaltimento dell’olio esausto.

 

Alto Rendimento

Rispetto ad altri sistemi di riscaldamento possiamo ottenere:

  • Maggiore efficienza di partenza: fino a +8%
  • Costanti performance nel tempo: fino a +14%
  • Riduzione dei costi di gestione/manutenzione: fino al -15%
  • Costante rendimento con partenza a temperatura ambiente bassa.

 

Leggi gli articoli di altre fonti che sostengono le nostre argomentazioni:

Click here

Click here

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.